Valter Caon

Home Valter Caon

Figlio d’arte, nasce a Castelfranco Veneto nel 1956. Dopo brevi studi presso il liceo artistico di Treviso, decide di intraprendere la carriera di musicista. Questo lo porta , per quasi un trentennio, a girare il mondo suonando nelle più svariate situazioni. La pittura è una passione sotterranea e pesonale, infatti decide di esporre le sue opere al pubblico solo dal 2002 presso il “Barco Mocenigo” di Castello di Godego (TV).

Valter si mostra non particolarmente legato a precise regole e canoni di vita rigidi , sia nella vita privata , sia in quella artistica. Lui è un “interorista”, è un capocomico che capta le sensazioni che lo circondano e plasma i suoi personaggi sulla tela. Le sue “UMANITA’”sono ingranaggi di rumori, odori e colori. Seguono inconsapevolmente la teoria di Brecht il quale sosteneva che l’attore non è più padrone di sé stesso e di tutto ciò che fa, ma è solamente un tramite nelle mani dell’arte e serve a porgere lo spettacolo al pubblico

 

 

L’arte di Caon è caratterizzata dall’ironia del contrasto.

Colori vivaci e forme dinamiche vengono usati per esprimere disperazione e rabbia.

Sulla tela si concretizzano emozioni e sensazioni che sono frutto di una riflessione sull’io interiore e sulla società contemporanea.

Valter rappresenta un’umanità inquieta e sofferente che non riesce a vivere in armonia né con se stessa né con la realtà che la circonda: essa è per buona parte, secondo l’artista, “dotta feccia”.